5 regole per salvaguardare il benessere del proprio coniglio

Le persone che amano gli animali sono tantissime.
Tuttavia non sempre c’è la possibilità di poter accogliere un buon numero di cuccioli a casa propria.
Anzi, spesso vivere con un amico a quattro zampe risulta difficoltoso, soprattutto per questioni di spazio.
Ecco perché molti appassionati spesso preferiscono i conigli.
Con qualche accorgimento non sarà difficile prendersene cura e regalargli un’esistenza tranquilla e serena.
Ma quali sono le regole da tenere a mente per allevare un roditore a casa propria? Vediamole insieme.

1- Via la gabbia.
Se è vero che i conigli non necessitano di ampi spazi come potrebbe essere per un cane, tuttavia non significa che debbano vivere in una gabbia.
Non è nemmeno necessario lasciargli tutta la casa, se proprio non volete che raggiunga alcune stanze.
L’importante è che l’animale sia libero di saltellare 24h su 24 e che non corra alcun pericolo nel farlo. Coprite quindi i cavi e riponete in un posto sicuro gli oggetti pericolosi.
coniglio
2-Granaglie vietate.
I conigli sono erbivori. E basta.
Pertanto aggiungere alla loro dieta alimenti che normalmente non consumerebbero in natura non li farà certo stare meglio. Anzi.
A questo proposito ricordate che questi animali non devono mangiare semi di alcun genere. I carboidrati infatti, non sono tollerati dal loro organismo.
A lungo andare, quindi, i poveri roditori potrebbero avere problemi seri con l’intestino, dal momento che non è in grado di digerire questo genere di cibi.

3-Più felici a pancia piena.
Alla base della longevità e del buon umore di un coniglio c’è senz’altro un corretto regime alimentare. Quali sono i cibi che rendono più felice questo piccolo erbivoro?
Senza dubbio fieno e verdure. Nello specifico i conigli dovrebbero consumare ogni giorno una buona quantità di ingredienti fibrosi (sedano e finocchio) e di verdure in foglia (radicchio e insalata).
coniglio
4-Vaccinazioni.
Come per ogni animale domestico, anche per i conigli le vaccinazioni non sono un aspetto da trascurare. Infatti non importa che vivano in casa: basta la puntura di un piccolo insetto per causare malattie gravi come la mixomatosi.
Abituatevi quindi, a tenere il libretto delle vaccinazioni del vostro roditore aggiornato come fareste per un bambino.

5-Sterilizzazione.
Può sembrare una crudeltà, ma in realtà se non avete intenzione di creare a un allevamento la cosa migliore che potete fare per il vostro coniglio è sterilizzarlo.
Per entrambi i sessi, infatti, aiuterà a prevenire una serie di malattie dell’apparato riproduttivo piuttosto gravi.
Senza contare che impedire l’accoppiamento è una vera sofferenza per questi animali.
Ultima, ma non meno importante, è la questione logistica, se così vogliamo chiamarla.
Se l’idea della nascita di nuovi coniglietti vi emoziona, il pensiero di crescerli tutti nella vostra casa potrebbe non essere lo stesso.
Per evitare di abbandonare o peggio questi cuccioli la sterilizzazione è la soluzione più indicata.
coniglio
Che ne pensate?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>