Mangimi animali, ritorna la paura

La Coldiretti lancia un grido d’allarme. Teme, infatti, che l’UE reintroduca le farine animali nell’alimentazione dei ruminanti. Il fantasma del morbo mucca pazza (Encefalopatia Spongiforme Trasmissibile) potrebbe quindi ripresentarsi. (Fonte Ansa.it)

I timori nascono dal fatto che l’UE ha pronto un piano per trovare il livello di tolleranza di farine animali nei mangimi per l’alimentazione dei vitelli. Sarà l’Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare) a dare il parere sul livello di tolleranza alla fine di quest’anno. (Fonte: Italiaatavola.net)

Le ragioni economiche possono bastare per trasformare la catena alimentare? Perché un erbivoro dovrebbe nutrirsi di proteine animali?

E’ in aumento il numero delle persone che seguono un regime alimentare di tipo vegetariano.
Ilaria Ferri, direttore scientifico dell’Enpa sostiene che «Il miglior rimedio al morbo della “Mucca Pazza” sia il menu vegetariano che ha trovato, nel corso dei secoli, numerosi e illustri sostenitori. Uomini e donne di straordinario valore culturale e sociale: da Ovidio a Pitagora, da Aristotele a Platone, da Leonardo Da Vinci a Freud, da Voltaire ad Einstein e, più di recente, il cantautore Franco Battiato, gli sportivi Edwin Moses e Martina Navratilova fino al professor Umberto Veronesi, il quale, più di una volta ha sottolineato come la scelta vegetariana rappresenti un vero e proprio elisir di lunga vita».

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>