Rane transgender

I maschi delle rane perdono la propria virilità e una su 10 si trasforma in un esemplare femminile perché nei testicoli si sviluppano cellule uovo.
La scoperta è stata pubblicata sulla rivista Nature: lo studio condotto da un gruppo di biologi californiani dell’Università di Berkley sulle rane pipiens punta il dito contro l’atrazina. Si tratta di un erbicida usato come diserbante nei campi di mais, sorgo e canna da zucchero.
La maggioranza delle rane che non sono più capaci di riprodursi muoiono, una piccola parte si trasforma in femmina ma dà alla luce solo rane maschi che tra l’altro non possiedono il testosterone. Il risultato è l’estinzione.
E’ ormai nota l’elevata tossicità dell’atrazina sugli animali, fortunatamente in Italia e in alcuni stati europei è vietato l’utilizzo fin dal 1992.
Purtroppo negli Usa si continua a farne un uso massiccio. L’erbicida infatti ha contaminato campi e bacini idrici. Oltre alle rane modifica i processi ormonali di pesci, anfibi, rettili, uccelli e roditori.
L’Huffington Post Investigative a seguito di una ricerca condotta su numerosi impianti idrici e bacini idrografici dal 2003 al 2008 ha constatato  la violazione delle norme federali in materia di acque in Illinois, Indiana, Ohio e Kansas, paesi in cui si fa uso di atrazina.
Fonte: (HuffingtonPost)

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>