Fuochi d’artificio: come prevenire lo stress che causano sui vostri animali

fuochi-artificialiCome sappiamo lo scoppio dei fuochi artificiali causa molti danni ai nostri amici animali, non solo ai cani o ai gatti ma anche ad altri animali come ad esempio gli uccelli (inducendoli a fuggire e a volare al buio alla cieca anche per chilometri, con il rischio che vadano addosso a qualche muro, albero o cavi elettrici).

Ovviamente, anche i migliori amici dell’uomo risentono molto dello stress causato dai fuochi d’artificio e si spaventano talmente tanto che il più delle volte sono indotti a fuggire dai propri giardini, anche se recintati, per scappare dal rumore a loro insopportabile, finendo magari sotto una macchina.

Questo perché non tutti sanno che i cani hanno una soglia uditiva infinitamente più sviluppata e sensibile di quella umana, pertanto sentono il suono in maniera molto più accentuata.

Nonostante la LAC inviti ogni anno i cittadini a non acquistare i botti in modo da salvare centinaia di migliaia di animali dalla morte, l’acquisto dei fuochi artificiali è ampiamente diffuso.

Ecco dunque una lista di alcuni piccoli accorgimenti che forse aiuteranno il vostro animale da compagnia a superare meglio questo stress:

- se avete dei gatti è consigliabile rinchiuderli in luoghi tranquilli chiudendone anche le finestre in modo da evitare di far filtrare anche la luce;

- cercare di comportarsi in modo del tutto naturale senza provare a rassicurare e accarezzare l’animale se questo mostra paura. Inoltre se il cane vede che il proprietario non si agita, di conseguenza si sentirà più tranquillo;

- cercate di non lasciare il vostro amico a quattro zampe all’aperto ma preferite stanze piccole e lontane dalla strada;

- sarebbe meglio non lasciare l’animale da solo: se proprio non potete farne a meno, cercate di rendere la stanza più accogliente con un po’ di musica o televisione a basso volume;

- se prevedete con anticipo che il vostro cane si agiterà la notte di San Silvestro potrete farvi prescrivere dal veterinario dei fiori di bach; è però importante che iniziate a somministrali al vostro cane qualche giorno prima del 31 dicembre.

E infine, per ultimo ma non per importanza, cerchiamo di sensibilizzare l’opinione pubblica (specialmente giovani e bambini) su quanto questi inutili rumori possano essere dannosi per i nostri animali domestici.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>