I cani di razza soffrono di più

Chi acquista un cane di razza dovrebbe essere messo al corrente dei rischi genetici a cui va incontro l’animale. Ciò vale soprattutto per le razze maggiormente ” stressate” dal punto di vista genetico come il bulldog inglese, lo sharpey,il chihuaua, il carlino e il King Cavalier.

Il comitato di bioetica si propone di denunciare proprio questo fenomeno di “maltrattamento genetico“: infatti molte razze canine vengono selezionate con caratteri estremi che ne mettono a rischio la salute nel corso della vita.

Il bulldog – ha spiegato il presidente del comitato, Pasqualino Santori – è un caso emblematico. Non solo a causa del naso troppo schiacciato soffre di problemi respiratori, ma non riesce a partorire se non attraverso il taglio cesareo tant’è anomala la proporzione tra testa e corpo dei cuccioli”.

Lo sharpey invece a causa della enorme quantità  di pieghe della pelle va incontro ad una serie di dermatiti e altre infezioni.

I bioeticisti auspicano quindi che “al momento della cessione, i cuccioli delle razze ad alto rischio di malformazioni siano accompagnati da note che spieghino le caratteristiche della razza in relazione ai possibili stati di malessere o disagio che si potranno presentare in quell’animale. Nelle stesse note devono essere definite le caratteristiche ambientali più adatte alla vita di un esponente di quella razza al fine di minimizzare le condizioni di malessere”.

 

Fonte Tiscali.it

I commenti sono chiusi.