Non stressate fido!

Secondo una ricerca effettuata dall’associazione Earth, il 40% dei cani domestici risulta essere stressato.
Di fronte a questo problema le questioni sono due: come fare a capirlo e perchè succede. Quindi, di conseguenza, come evitarlo.

Capire se Fido è stressato non sempre risulta essere un’operazione facile. Bisogna prestare particolare attenzione al suo comportamento e ai suoi atteggiamenti, specie se inusuali o diversi dal solito. Ogni animale reagisce in modo diverso allo stress. Tutto va rapportato al normale comportamento del vostro cane. Alcuni diventano più attivi, altri al contrario hanno bisogno di attezioni. Se fido vi sembra meno interessato a giocare e tende a starvi più vicino, probabilmente è indice che qualcosa non va. Vi sta dicendo che si sente sicuro e tranquillo solo avendovi a stretto contatto.
Anche il fatto che abbai più del solito potrebbe essere un segnale, o che inizi a scavare buchi in giardino.
Prestate attenzione se risulta essere più aggressivo o se morde mobili in casa. Un cane stressato è più agitato, spesso ha le pupille dilatate. Altro segno comune di stress è lo sbadiglio. Nel dubbio, vi consigliamo di portare il vostro cane da un veterinario. Un esperto potrà eseguire una diagnosi completa e fornirvi una cura.

Le cause che portano un cane ad essere stressato di solito dipendono da qualche cambiamento accaduto intorno a lui. Questo può riguardare cose e persone.
Secondo l’associazione Earth “i padroni non sanno educare i loro animali”. La causa è che sono spesso trattati da pari. Non si stabilisce più una linea di demarcazione per stabilire chi comanda. Il cane si sente quindi autorizzato a fare qualsiasi cosa e a non seguire gli ordini del padrone. Troppa libertà porta ad uno stress psico fisico dell’animale, così come le umanizzazioni eccessive di cani e gatti.
L’associazione suggerisce di cominciare a organizzare corsi per i padroni al fine di ottenere un patentino. Senza quello niente cane.
Provocazione o giusta soluzione? Voi come la pensate?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>