Settimana mondiale vegetariana

La prima settimana di ottobre è un momento speciale per dimostrare amore e rispetto per il genere umano, l'ambiente e gli animali. Dal 1° al 7 ottobre si celebra la settimana mondiale vegetariana, durante la quale si organizzano conferenze, workshop, incontri e occasioni di degustazione. La scelta vegetariana, oltre a rappresentare uno stile di vita sano, è una soluzione utile a risolvere in parte i problemi che affliggono il nostro pianeta, come il riscaldamento globale. sabato 2 ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Non violenza in onore di Gandhi; domenica 3 e lunedì 4 ottobre ad Assisi si festeggia la Celebrazione Nazionale in onore di San Francesco, Patrono d'Italia; lunedì 4 ottobre si festeggia la Giornata Mondiale per gli Animali. Sulla simbiosi affettiva fra uomo e animale si potrebbero spendere fiumi di parole. Amore, entusiasmo e felicità sono i sentimenti che un cane manifesta nei confronti del suo compagno di vita umano. Nodo del rapporto fra essere Continua

Mangimi animali, ritorna la paura

La Coldiretti lancia un grido d'allarme. Teme, infatti, che l'UE reintroduca le farine animali nell'alimentazione dei ruminanti. Il fantasma del morbo mucca pazza (Encefalopatia Spongiforme Trasmissibile) potrebbe quindi ripresentarsi. (Fonte Ansa.it) I timori nascono dal fatto che l'UE ha pronto un piano per trovare il livello di tolleranza di farine animali nei mangimi per l’alimentazione dei vitelli. Sarà l’Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare) a dare il parere sul livello di tolleranza alla fine di quest'anno. (Fonte: Italiaatavola.net) Le ragioni economiche possono bastare per trasformare la catena alimentare? Perché un erbivoro dovrebbe nutrirsi di proteine animali? E' in aumento il numero delle persone che seguono un regime alimentare di tipo vegetariano. Ilaria Ferri, direttore scientifico dell’Enpa sostiene che «Il miglior rimedio al morbo della “Mucca Pazza” sia il menu vegetariano che ha trovato, nel corso dei secoli, numerosi e illustri sostenitori. Continua

Viaggiare eco

Sapete quanto inquina l’aria condizionata? E che volare di notte invece che di giorno aumenta l’effetto serra? O che utilizzare la toilette in aereo inquina quanto percorrere 10 chilometri in auto?  E' uscito ieri in libreria Il Piccolo Libro Verde dei Viaggi - 250 consigli ecosostenibili, scritto da Federica Brunini. Il testo snocciola curiosità, dritte e strategie eco-oriented utili a partire con la coscienza “verde” e vivere in viaggio rispettando l’ambiente. Giornalista e fotografa giramondo, Federica scrive di viaggi e va a caccia di tendenze per le principali testate italiane. Si definisce Bioneer della prima ora, ovvero pioniera del fenomeno eco-bio, è autrice di guide turistiche. "Viaggiare eco? Difficile, ma non impossibile - dichiara Brunini - dalla scelta dei mezzi e degli alberghi all’alimentazione, dai souvenir all’abbigliamento, dalle fotografie ai bagagli, il mio libro raccoglie ben 250 consigli pratici e semplici da seguire per spostarsi nel mondo Continua

Lotta ecologica alle zanzare

I chirotteri urbani contro le zanzare. Una soluzione più efficace e certamente più ecologica delle disinfestazioni urbane. Sempre più città italiane si 'convertono' a questa nuova modalità per la lotta alla zanzara-tigre che tormenta le nostre estati. La città di Venezia comincia la sua lotta bio alle zanzare e agli insetti in generale, impiegando pipistrelli. Il Comune ha infatti deciso di acquistare le bat-box. L'idea di impiegare le cassette è stata lanciata dall’Università di Firenze. I Comuni del Veneto che hanno abbracciato questa modalità sono Treviso, Verona e Vicenza. Un pipistrello riesce a mangiare più di duemila zanzare al giorno. Anzi, a sera! Nonostante il suo aspetto ripugnante, il chirottero è un animale mite e docile. Oltretutto non rappresenta una minaccia per la salute dell'uomo.   Guarda il video di un pipistrello nella sua bat-box Continua

Da facebook parte il boicotaggio per salvare l’orso Dino

Su Facebook, il gruppo che difende l'orso Dino, ha lanciato una campagna di boicottaggio del formaggio Asiago. Gli amici dell'orso M5 protestano per la decisione di trasferire l'esemplare in Slovenia, perché è pericoloso per la incolumità dell'animale. In una nota dell'Ansa si legge addirittura che "l'orso Dino ha bisogno di psicanalisi contro l'aggressivita'. Lo propone il sindaco di Gallio, in provincia di Vicenza, per bloccare le sue incursioni. Contrario, il Wwf controbatte che questa tesi non ha alcun fondamento scientifico. Ricordiamo ai nostri lettori che il Wwf sostiene il progetto Orso finalizzato a risanare i frutteti abbandonanti; limitare lo spostamento verso o attraverso zone pericolose per il bracconaggio ma anche per la viabilità stradale; creare dei corridoi faunistici e sentieri per permettere agli orsi di spostarsi senza imbattersi in centri abitati, strade e autostrade. Per conoscere nei dettagli questa iniziativa Pethotels rimanda al sito Progetto Orso.   Continua

Peli di animali per assorbire il greggio

Capelli, peli di animali, crine e lana da cardare sono in grado di assorbire il greggio, per questo verranno inseriti in lunghi sacchi di nylon e serviranno per agire come barriere galleggianti di contenimento.       Sono circa duecentomila chili i capelli e i peli di cane, pecora e altri animali tosati che sono stati raccolti dai volontari di Mutter of Trust, l'associazione ambientalista californiana impegnata nella lotta alla marea nera del Golfo del Messico. Non è certo una novità dato che quest'operazione era già stata messa in atto per far fronte all'emergenza del 1998 quando appunto si verificò la catastrofe petrolifera Exxon Valdez. I danni sull'ecosistema marino e sul delta del Mississipi si annunciano gravissimi, così come sulla salute umana i rischi del disastro causato dal flusso di petrolio sono molteplici: mal di testa, nausea, difficoltà respiratorie. Dal 20 aprile scorso la perdita di greggio continua a ritmo serrato: circa 60 mila barili al giorno si riversano Continua