Un peloso a Milano

Lo sapevate che a Milano ci sono più cani che bambini (80.000 bambini contro 120.000 cani registrati)? Più del 55% delle famiglie possiede un cane, ma il 75% dei proprietari non sa come gestirlo al meglio ... e questo è un problema ... soprattutto in città, un ambiente difficile e non certo a misura di "peloso". Una ricerca effettuata dall'Università Bocconi di Milano conferma una diffusa poca conoscenza da parte dei Milanesi, dei principi base di educazione urbana (da parte di cani e padroni), unitamente alle norme che normano questo mondo. Dalla ricerca emerge che i Milanesi ne "vogliono sapere di più" ... consapevoli della loro scarsa cultura cinofila. Ha preso il via “Un peloso a Milano”: tour di appuntamenti gratuiti di consulenza, effettuati da educatori cinofili nelle principali aree cani milanesi. Il progetto, organizzato da PetPRO e patrocinato dal Comune di Milano, ha l'obiettivo di diffondere la cultura cinofila in città. Ecco gli argomenti trattati:     Continua

Seminario sulle Caretta Caretta a Roseto degli Abruzzi.

A metà settembre si è verificato un evento eccezionale, a Roseto degli Abruzzi, a pochi chilometri da Alba Adriatica: sono stati ritrovati dei piccoli di tartaruga Caretta Caretta, su una spiaggia vicina all'area protetta di Torre del Cerrano. Roseto, insieme alla Toscana, è una delle zone più a nord nelle quali si sia spinta una tartaruga di questa specie. Infatti è raro che questi animali possano depositare le uova in mezzo agli ombrelloni o a zone trafficate. Per tutta l'estate i bagnanti hanno frequentato la spiaggia senza sapere del tesoro che si nascondeva sotto la sabbia. Per questo motivo il Centro Studi Cetacei di Pescara organizzerà il seminario biennale "Cetacei e Tartarughe: emergenze, interventi ed epidemiologia" proprio a Roseto degli Abruzzi, in provincia di Teramo. Il corso si terrà dal 21 al 23 novembre, e ha l'obiettivo di istruire chiunque si trovi ad affrontare questo genere di situazione. Il seminario è rivolto ad appassionati o esperti del settore. Saranno Continua

I partiti e gli animali domestici.

  Fra poco si va alle urne, quali sono gli impegni che i partiti intendono rispettare a proposito degli animali da affezione, le aree protette e la caccia? Enpa ha pubblicato un interessante articolo sulla questione e si è detta pronta a controllare le promesse. Ci dispiace ad esempio leggere che Giannino si è dichiarato a favore della sperimentazione sugli animali e dichiara che "La sperimentazione su animali è una parte fondamentale di questo processo. Essa non deve essere proibita, ma attentamente regolata". (Lescienze.it) FRATELLI D'ITALIA ha siglato un accordo con il movimento per la caccia  e la civiltà Rurale-Associazione Cacciatori Veneti (Movimentocacciaeculturarurale.it) La LEGA NORD e il PDL sono favorevoli alla tutela degli animali da compagnia e affezione, alla cancellazione delle spese previste dal redditometro ma purtroppo sono anche favorevoli alla tutela e allo sviluppo della caccia. (Leganord.org) Futuro e Libertà e La Destra non affrontano la questione Continua

Apertura della caccia: Numeri insostenibili e controlli x tutelare le nuove aree protette

Pethotels, il sito dedicato a chi cerca hotel che accettano animali, diffonde il comunicato dell'Associazione Gaia Onlus Domenica 16 settembre si è inaugurata la stagione venatoria in Lombardia. Nell’hinterland milanese gli ambientalisti hanno dato la “Caccia ai cacciatori” e a Rozzano, con l’Assessore all’Ambiente, Stefano Apuzzo, ha vigilato la Protezione Civile sulle nuove aree protette e interdette alle doppiette. Le “battute di caccia ai cacciatori” sono state organizzate dal presidente di Gaia Animali & Ambiente Onlus, Edgar Meyer e da Cristina Donati, responsabile campagne di Gaia animali & ambiente. “La caccia è una pratica crudele, arcaica e violenta che ogni anno stermina centinaia di migliaia di animali selvatici e di allevamento (immessi nell’ambiente come “selvaggina”) che deve essere abolita”, affermano Edgar Meyer e Cristina Donati. “Nel Comune di Rozzano, alle porte sud di Milano, sono state istituite nuove aree protette, per circa Continua

Doping e animali, Brambilla si scaglia contro la giostra della Quintana di Foligno.

"Non c’è nulla di 'culturale' nel drogare, maltrattare e condurre alla morte un animale. Altro che tradizione, è solo una vergogna", termina con parole durissime il comunicato stampa del Ministro on. Michela Vittoria Brambilla a proposito della giostra della Quintana di Foligno.   Pethotels vi esorta a leggere il testo:   "È davvero una vergogna quanto emerge dagli atti dell'inchiesta relativa alla Giostra della Quintana di Foligno, resi noti dalla stampa. Una realtà squallida e censurabile che, ancora una volta, vede gli animali vittime di abusi e maltrattamenti che non vogliamo trovino più alcuno spazio in un grande paese civile quale è l'Italia". Così il ministro del Turismo, on. Michela Vittoria Brambilla, commenta le intercettazioni pubblicate il 3 novembre da alcuni quotidiani, relative al processo che si è celebrato nel capoluogo umbro.   "Purtroppo – spiega il ministro Brambilla - questo meschino episodio é solo l'ultimo di una lunga Continua

Contro Green Hill, l’allevamento di Beagle a Montichiari

Pubblichiamo per intero il comunicato stampa che ci è stato indirizzato dalla segreteria del ministro Brambilla contro Green Hill, in cui denuncia l'allevamento alla Procura della Repubblica e ai Nas "REATO DI MALTRATTAMENTO E DANNI ALL'IMMAGINE NAZIONALE". Il Ministro del Turismo, on. Michela Vittoria Brambilla, ha inoltrato lunedì 31 ottobre un esposto alla Procura della Repubblica di Brescia, al Comando nazionale dei Carabinieri Tutela della Salute e al nucleo dei Nas di Brescia, richiedendo in forma ufficiale un intervento per accertare - all'interno dell'allevamento di cani Beagle destinati alla sperimentazione "in vivo" Green Hill, di Montichiari (BS) - “violazioni della normativa statale e regionale in materia di tutela del benessere degli animali di affezione" oltre a "violazioni della disciplina igienico sanitaria nonché di quella concernente il decreto legislativo n. 116 del 1992" sulla protezione di animali utilizzati a fini sperimentali, anche al fine di "adottare idonei Continua