Addio Knut – tragica e improvvisa morte dell’orso bianco più famoso al mondo

Il 23 marzo di quattro anni fa, ci fu il Knut day: per la prima volta l'orsacchiotto bianco più famoso al mondo fece la sua prima apparizione in pubblico, di fronte a 400 giornalisti, nello zoo di Berlino. Qualche giorno fa, Knut è deceduto improvvisamente. E' stato rinvenuto esanime giovedì 19 marzo nello specchio d'acqua del suo spazio recintato. Finisce così la kut-mania che aveva contagiato adulti e bambini della Germania e non solo. Knut raggiungerà finalmente il suo padre adottivo, il guardiano Thomas Doerflein, morto per arresto cardiaco a soli 45 anni, di cui sentiva la mancanza. "Ai primi di marzo del 2007, il tabloid tedesco Bild riportò una citazione dell'attivista per i diritti degli animali Frank Albrecht, secondo cui sarebbe stato meglio uccidere Knut piuttosto che fargli subire l'umiliazione di essere allevato come un animale domestico. Secondo l'attivista, tenere in vita l'orso rappresentava una violazione della legge sulla protezione degli animali". (Fonte Wikipedia) Oltre Continua

Scampate al test della Nasa sulle radiazioni 30 scimmie.

Una grande conquista per l'Oipa che s'impegna da sempre nella lotta contro la vivisezione. Siamo felici che 30 scimmie scoiattolo siano scampate al test scientifico della Nasa che voleva esporle a radiazioni in vista di una missione umana su Marte. Perché proseguire sulla scia della vivisezione quando ormai esistono percorsi alternativi cruelty free? Del resto, anche la Nasa sovvenziona test che utilizzano metodologie sostitutive per valutare gli effetti sui tessuti umani delle radiazioni. Così l'agenzia spaziale ha fatto un passo indietro e ha liberato i 30 esemplari di scimmia scoiattolo. Ma non è stato semplice: l'Oipa si è battuta pee un anno intero prima di raggiungere questo obiettivo. Anche il cantante Paul Mc Cartney aveva scritto in una nota alla Nasa: “Credo che la Nasa abbia abbastanza ingegno per studiare gli effetti sulla salute umana dei viaggi spaziali senza effettuare esperimenti sugli animali come è stato fatto in passato”. L'Oipa sottolinea che "i risultati Continua

Benedizione degli animali 2011

In occasione della festa di Sant'Antonio Abate, in numerose città italiane si svolge la Benedizione degli Animali. Un momento spirituale che unisce gli esseri umani agli animali e all'ambiente naturale. Ecco un breve elenco di alcune città, inviaci informazioni relative alla celebrazione nella tua città, nello spazio dei commenti. Grazie da Pethotels.  CANALE MONTERANO - Vicino Roma, domenica 16 gennaio alle ore 11.30 si celebra la benedizione di tutti gli animali, è possibile fare il giro a cavallo per tutto il paese, per poi arrivare all'ora di pranzo nella sede dei butteri, dove si degusterà la famosa acquacotta e salsicciata locale, seguiranno dei divertenti giochi equestri. CASERTA - Domenica 16 gennaio al cimitero degli animali si svolge la commemorazione degli animali che riposano al cimitero animali di Caserta. Alla presenza della cittadinanza, il parroco Don Pierino farà la benedizione. Partecipano all'evento anche personaggi dello spettacolo, quali: Flavia Vento, Continua

WWF e il calendario 2011 per proteggere 12 specie animali a rischio estinzione

Contro l'estinzione delle varie specie animali, il WWF da sempre in prima linea nella tutela della flora e della fauna, presenta il nuovo calendario 2011. E spiega che a causa dei cambiamenti climatici, della distruzione di habitat, del commercio illegale, dell’invasione di specie aliene e del bracconaggio, gli animali si stanno estinguendo molto più velocemente rispetto al passato. "Tigri, leopardi dell’amur, squali sono specie che rischiano di scomparire per sempre". Il calendario WWF è stato creato "per difendere 12 specie che rappresentano tutte quelle specie chiave che riescono a mantenere in equilibrio la biodiversità". Contatta adozioni@wwf.it o chiama l’ufficio adozioni allo 06.844.97.500 Continua

Buon Natale a 6 zampe!

Arriva il Natale: il giorno più bello e magico dell’anno non solo per noi umani, ma anche per i nostri piccoli amici, che ormai sono diventati i componenti piu viziati all'interno delle nostre famiglie. Sembrerà strano, tuttavia non sempre il Natale è un periodo sereno per cani e gatti! Pensate ad esempio ai botti di Capodanno, che terrorizzano tutti i pelosi. Bastano pochi accorgimenti per passare un Natale senza rischi in compagnia dei nostri amici. Eccone alcuni: Il rumore dei fuochi d’artificio può spaventarli: è bene quindi tenere i cani sempre al guinzaglio, e, se dormono all’aperto, tenerli in casa lontano dalle esplosioni assordanti. Attenzione a piante e cibi che potrebbero far male: vischio e agrifoglio, infatti, possono essere tossici, mentre anche un pizzico di cioccolato può addirittura essere letale. Anche retine per gli arrosti, ossa e fritti possono causare pericolose indigestioni e soffocamenti. Per evitare questi pericoli, basterà pensare a dei “regalini” Continua

Torino s’illumina di speranza: fiaccolata in difesa degli animali

E' Natale per tutti! Anche per gli animali che, durante le festività, si ritrovano sulla nostra tavola imbandita a festa, sottoforma di pietanze. Per tutelare gli animali, si  celebra una grande fiaccolata a Torino. L'appuntamento è per sabato 11 dicembre alle ore 16 in piazza Castello (angolo via Garibaldi). Il corteo animalista percorrerà le vie del centro. Partecipano all'evento le più importanti associazioni come LAV, OIPA, OLTRE LA SPECIE, VEG FESTIVAL E VITA UNIVERSALE. Marcello dell'Eva, presidente  Movimento Vegetariano,  esorta a partecipare numerosi: "Gli animali non hanno una voce, nella nostra società sono considerati fonti di guadagno e per questo trattati al pari di oggetti inanimati. Soffrono negli allevamenti intensivi dove non possono vivere nemmeno l'ombra della vita che avrebbe previsto per loro la natura. Stipati nei camion arrivano al macello sfiniti e doloranti per poi essere fatti a pezzi ancora semivivi e poi venduti per il piacere del palato degli uomini. Continua