Fuochi d’artificio: come prevenire lo stress che causano sui vostri animali

Come sappiamo lo scoppio dei fuochi artificiali causa molti danni ai nostri amici animali, non solo ai cani o ai gatti ma anche ad altri animali come ad esempio gli uccelli (inducendoli a fuggire e a volare al buio alla cieca anche per chilometri, con il rischio che vadano addosso a qualche muro, albero o cavi elettrici). Ovviamente, anche i migliori amici dell'uomo risentono molto dello stress causato dai fuochi d'artificio e si spaventano talmente tanto che il più delle volte sono indotti a fuggire dai propri giardini, anche se recintati, per scappare dal rumore a loro insopportabile, finendo magari sotto una macchina. Questo perché non tutti sanno che i cani hanno una soglia uditiva infinitamente più sviluppata e sensibile di quella umana, pertanto sentono il suono in maniera molto più accentuata. Nonostante la LAC inviti ogni anno i cittadini a non acquistare i botti in modo da salvare centinaia di migliaia di animali dalla morte, l'acquisto dei fuochi artificiali è ampiamente Continua

5 motivi per cui avere un animale domestico

È risaputo che avere un animale con sé aiuta a migliorare ed arricchire la propria vita. Mentre in molti riflettono sui doveri che comporta accudire un quattro zampe, noi vogliamo elencarvi i motivi per cui è meglio conviverci. Dopo aver letto la lista siamo certi che vi sarete dimenticati di tutte le note negative dell'allevare un animale domestico! 1- Aiutano a rimanere in forma Dimenticate la palestra, le faticose lezioni di aerobica e gli estenuanti trattamenti di bellezza. I vostri amici pelosi sanno esattamente come rendervi più presentabili. Basta pensare alle puntuali passeggiatine con il cane, che per i più audaci, possono diventare una corsa al parco. Anche prendere in braccio gatti e conigli per riempirli di baci vi aiuta a mantenere braccia toniche una forza bruta non comune! 2- Salute mentale assicurata Tutti gli animali, perfino i più minuti, regalano affetto e amore incondizionato. Amare il vostro pet, farà sentire amati anche voi stessi e più il Continua

Vivere con un cane: ecco i suggerimenti per avere una casa pulita

Spesso alla decisione di accogliere nella nostra casa un amico a quattro zampe, si unisce il timore che questo possa significare avere un ambiente perennemente in disordine e scarsamente igienizzato. Tuttavia, se cambiamo qualche abitudine, andando incontro a quelle che possono essere le esigenze di un cane per instaurare una convivenza serena per entrambi, possiamo ovviare a questo dilemma: avere una casa pulita e godere della compagnia di un nuovo compagno di vita peloso, non saranno più due situazioni inconciliabili. Sarà necessario adottare alcuni accorgimenti circa l'arredamento, l'igiene degli oggetti utilizzati dal nostro cane e, soprattutto, l'acquisto di prodotti per la pulizia della casa, adeguati a ottenere il risultato ambito. L'arredamento ideale. Per agevolare la pulizia della casa in presenza di animali domestici, è preferibile optare per superfici che non trattengano la polvere e soprattutto i peli. Quindi, sono da evitare la moquette per il pavimento e il velluto Continua

5 regole per salvaguardare il benessere del proprio coniglio

Le persone che amano gli animali sono tantissime. Tuttavia non sempre c'è la possibilità di poter accogliere un buon numero di cuccioli a casa propria. Anzi, spesso vivere con un amico a quattro zampe risulta difficoltoso, soprattutto per questioni di spazio. Ecco perché molti appassionati spesso preferiscono i conigli. Con qualche accorgimento non sarà difficile prendersene cura e regalargli un'esistenza tranquilla e serena. Ma quali sono le regole da tenere a mente per allevare un roditore a casa propria? Vediamole insieme. 1- Via la gabbia. Se è vero che i conigli non necessitano di ampi spazi come potrebbe essere per un cane, tuttavia non significa che debbano vivere in una gabbia. Non è nemmeno necessario lasciargli tutta la casa, se proprio non volete che raggiunga alcune stanze. L'importante è che l'animale sia libero di saltellare 24h su 24 e che non corra alcun pericolo nel farlo. Coprite quindi i cavi e riponete in un posto sicuro gli oggetti pericolosi. 2-Granaglie Continua

Non solo Spa per umani: i luoghi del benessere per animali

Erano gli anni della Rivoluzione Industriale e dei grandi Movimenti Nazionali per raggiungere la Democrazia. Un terreno fertile per la nascita, agli inizi dell'Ottocento, della prima società a tutela degli animali e dei loro diritti. Da quel momento molta strada è stata fatta: oggi gli amici a quattro zampe sono parte integrante della nostra quotidianità, sono considerati membri delle nostre famiglie e come tali necessitano di cure e attenzioni particolari. Un nuovo giocattolo, una cuccia più comoda, dei croccantini speciali: ogni scusa è buona per concedere una coccola in più al nostro cucciolo se può renderlo felice. Ed è grazie all'amore incondizionato dei petlovers che l'ultima tendenza americana in fatto di benessere animale ha preso piede. Stiamo parlando della diffusione di centri e Spa per amici pelosi, tra i luoghi più frequentati da bipedi e quadrupedi degli ultimi tempi. Una giornata in una di queste strutture e il vostro pet potrà rilassarsi tra un Continua

No stress al lavoro con i pet

Lavorare con un amico a quattro zampe al proprio fianco riduce lo stress. A dichiararlo i ricercatori della Virginia Commonwealth University che hanno condotto uno studio sui benefici della convivenza con gli animali negli ambienti professionali. Per provarlo sono stati monitorati i 550 dipendenti dell'organizzazione Replacements e i loro 30 accompagnatori canini: dai controlli effettuati sulle concentrazioni degli agenti che causano lo stress (per lo più ormoni) è emerso che i lavoratori avevano subito una riduzione dello stress nell'arco della giornata, dovuto all'interazione con Fido. E' stata inoltre registrato un aumento della comunicazione e dell'attività fisica: d'altronde si sa, i cani hanno bisogno di fare la passeggiatina di tanto in tanto... Oltre a questo, è migliorata la collaborazione tra colleghi: in alcuni casi, infatti, i dipendenti che non avevano con sé il proprio cane si offrivano di portare a spasso quello di un altro impiegato, permettendogli così Continua