Come affrontare il trasloco con il tuo amico a quattro zampe.

Traslocare è un impegno stressante, complesso ed in grado di portare una persona all'esaurimento nervoso. Il trasloco è già difficile quando si tratta di spostarsi nella stessa città, figurarsi quando la meta è in un'altra città italiana o addirittura all'estero, dove esistono una serie di leggi a riguardo e documenti da rinnovare ed esibire. Ma questa situazione potrebbe ancora essere facile come bere un bicchiere d'acqua, se paragonata alla situazione di chi deve traslocare ed ha pure degli animali domestici a proprio carico. Abbandonarli è ovviamente un crimine legale e morale, e non è un'opzione neanche lontanamente immaginabile, dunque si pone un quesito da un milione di dollari: come affrontare il problema del trasloco cercando anche di rispettare il proprio animale? La prima soluzione consiste nel rivolgersi ad agenzie specializzate che ci possono dare una mano, come ad esempio Blisspets.eu, che si occupa del trasporto internazionale e della spedizione di animali domestici Continua

Diario di nozze di una dog sitter weeding planner

Pubblichiamo il racconto di Alessandra BP Happyday Dogsitter Weddingplanner (in foto con uno dei suoi 8 pelosi) che sostiene i cani randagi in Messico e si sta adoperando per realizzare il progetto ALDEA DE LOS PERROS in Mexico pro Callejeros.    Playa del Carmen – Mexico Luglio 2011 Diario di Nozze di Roxana e Eulojio con Tony, paggetto d’onore Oggi è il grande giorno di Roxana ed Eulojio, finalmente dopo anni di attesa e di sacrifici si sposano e hanno deciso di 'invitare' alle nozze Tony, il loro bellissimo grande Schnauzer! Alle 10 di mattina mi preparo per andare a prendere Tony e portarlo dal mio tolettatore di fiducia a Playa che lo toserà e laverà per l’occasione. Dopo un'ora mi trovo davanti la casa di Tony e lo vedo già scodinzolante come se avesse capito che avrà l’onore di portare le fedi all’altare degli sposi. La cerimonia si svolgerà sulla spiaggia quindi sarà tutto piu’ semplice! Tony sale in macchina senza fare storie e ci dirigiamo dal Continua

Palermo, muore un cavallo dopo una sfrenata corsa illegale sulla strada.

Sulle strade in direzione del centro di Palermo, due calessi trainati da cavalli e un centinaio di 'spettatori' in sella agli scooter seguivano la corsa illegale. Conslusasi con la morte di un cavallo. L'animale si è lasciato cadere stremato sul marciapiede, dopo aver perso molto sangue. Il tragico episodio si è verificato lo scorso febbraio. Secondo quanto riportato dall'agenzia Geapress: "I cavalli provengono dalle scuderie che corrono negli ippodromi. Vengono acquistati all’età di 4-5 anni al prezzo di circa 800 euro e riciclati in strada nelle corse e nelle carrozze per i turisti. Sono quasi sempre le stesse stalle anche se alcune sono specializzate solo per le corse. Poi, quando il cavallo non tira più, finisce macellato, ricavandoci più o meno lo stesso prezzo dell’acquisto". Guarda le immagini  Geapress ha pubblicato anche un video sui cavalli, guardalo qui. Continua

Il mese del massacro: uccisi in Giappone oltre 20mila delfini

Segnaliamo un evento importante: giovedì 14 ottobre si celebra in tutto il mondo la GIORNATA CONTRO LE MATTANZE DEI DELFINI IN GIAPPONE. Chi può fare un salto a Roma, ha l'occasione di partecipare alla manifestazione di protesta di fronte all'ambasciata del Giappone in via Quintino Sella al civico 60. L'appuntamento è alle ore 11. Nel pomeriggio, chi è interessato potrà assistere al documentario premio Oscar 2010 "The Cove" che svela i segreti della baia dove muoiono i delfini. La proiezione si terrà a 'Lettere Caffè' in via S. Francesco a Ripa Roma, a partire dalle ore 18. Oltre al filmato, verrà presentata l'intera campagna contro la mattanza dei delfini da parte di Ilaria Ferri Direttore Scientifico Enpa. Ottobre è uno dei mesi più tristi dell'anno, insanguinato dal massacro dei delfini. Nel sud del Giappone sono barbaramente uccisi più di 20mila cetacei. Un tempo, i pescatori li ammazzavano perché i delfini 'rubavano' il pescato. Adesso, le motivazioni sono diverse ma Continua

Lettera anti vivisezione

Valentina Schettino ha scritto questa lettera, chiedendo alle redazioni dei giornali di pubblicarla sulle varie testate principali. Pethotels è lieta di diffonderla sul Blog per dare voce a chi ha manifestato contro la direttiva europea sulla vivisezione! "Sabato 25 settembre in Piazza del Popolo si sono riuniti gli animalisti d'Italia, più di 10.000 voci per dire NO alla pratica sperimentale più barbara e crudele: la VIVISEZIONE. Abbiamo URLATO, STREPITATO, PIANTO.... ma non ci avete sentito? Abbiamo parlato della Direttiva Europea approvata l'8 Settembre dall'UE che ci rimanda indietro anni luce. Cani e gatti randagi potranno finire sul tavolo operatorio di qualche ricercatore esaltato, che potrà aprire loro il torace o il cervello senza nemmeno l'anestesia… potrà farli a pezzi e torturarli a suo piacimento col beneplacito delle case farmaceutiche e della comunità scientifica ammantando il suo sadismo di scopi umanitari. E i primati, le grandi scimmie dall'intelligenza umana, Continua

Sloggiati, 4 cani e 15 gatti cercano famiglia

Sedilis di Tarcento è una piccola frazione fra le montagne friulane. Qui Luciana Ferrari, un'anziana signora responsabile dell'associazione Il Cuore, si prendeva cura di 4 cani e 15 gatti accuratamente sistemati in una parte della sua abitazione adibita a rifugio/canile. Da qualche giorno gli animali sono stati fatti sloggiare. Il mese scorso, Lucia aveva avuto l'appoggio dell'astronoma friulana Margherita Hack (foto) che era intervenuta a tutela degli animali ricoverati a Sedilis e aveva scritto una lettera in cui si legge "Sussiste l’ennesimo pericolo che la burocrazia colpisca, con le proprie assurdità, le creature domestiche più indifese e bisognose di cura e di attenzione quali gatti vecchi e malati e cani abbandonati. (...) Uniamoci per impedire una strage decisa dalla burocrazia e chiedo che venga accolto dalle Autorità Competenti il presente appello in difesa di essere viventi in pericolo e bisognosi di cure ed attenzioni". Lucia chiede di adottare i suoi animali che sono Continua