Animali in crisi

La crisi economica colpisce duramente gli animali d’affezione e il comparto zootecnico. 

E’ stato presentato ieri a Palazzo Madama il documento ‘Gli animali e la crisi economica’ da parte del CBV (Comitato bioetico per la veterinaria).
Nel documento è riportato: “Il veterinario nel suo lavoro spesso rileva e sperimenta il disagio di persone con problemi economici. Il veterinario, soprattutto se libero professionista e più esposto alle contingenze, è sempre più costretto a raffrontarsi con le difficoltà di pagamento da parte di allevatori in crisi di sopravvivenza, con le ristrettezze economiche delle famiglie con uno o più animali domestici e addirittura con le richieste di prestazioni di volontariato da parte di pubbliche amministrazioni alle prese con emergenze“. (Fonte Anmvi)

 

Il presidente CBV, Pasqualino Santori, in un comunicato stampa rende noto che “Contemporaneamente nel comparto delle produzioni di alimenti crollano i prezzi alla produzione e di conseguenza, peggiorano le condizioni di vita degli allevatori e degli animali allevati. Le preoccupazioni per il benessere sono realmente sentite dai cittadini o sono solo una preoccupazione a costo zero?
Una condizione di crisi che dovesse durare porterà a delle riduzioni di spesa.
E’ moralmente accettabile farle gravare su un essere senziente come un animale invece che su beni di consumo e servizi voluttuari come telefonini, novità elettroniche, vacanze e centri sportivi?”
  

Scrivete la vostra opinione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>