Maltrattamento animali: interviene la Lega del Cane

La Lega Nazionale Nazionale per la Difesa del Cane, è
intervenuta dopo aver appreso di una esemplare sentenza emessa dal Tribunale di

Ventimiglia (Giudice Paolo Luppi).

Un allevatore di Olivetta San
Michele, già  recidivo in materia di maltrattamento di animali, è stato giudicato
colpevole dei reati di: mancanza di rispetto per gli animali e nelle
conseguente completa indifferenza al dolore provato dagli stessi, e per aver
cagionato la morte di cinque capre (senza la necessità ) e di un agnello,
confinandoli all’interno di un recinto sprovvisto di adeguata copertura,
esponendoli alle intemperie per giorni e giorni, privandoli di acqua,
mantenendoli nella sporcizia dei loro escrementi, omettendo di prestare loro le
cure necessarie, dunque, cagionando uno scadimento fisico inverosimile degli
animali, che portava alla loro morte.
L’uomo è stato interdetto dalle
attività  di trasporto, commercio ed allevamento di animali per sei mesi e
condannato a sei mesi di reclusione, con la riduzione per
il rito
abbreviato. Gli sono stati confiscati gli animali in sequestro, affidati a una
delle associazioni o onti legittimate a farne richiesta.

“Questa sentenza
- scrive la Lega del Cane – sia di monito tutti coloro che possedendo animali di
ogni tipo e razza considerano gli stessi solo degli strumenti e non degli esseri
sensibili al dolore ed alle gioie. Vogliamo ricordare che le nostre Guardie
Particolari con nomina da parte della Prefettura di Imperia stanno
intensificando i controlli su tutto il territorio Intemelio, in modo particolare
per la tutela ed il benessere dei cani e dei gatti. Gli stessi sono stati i
primi ad effettuare un sopralluogo dove l’allevatore teneva gli animali citati
nella Sentenza”.

(Fonte: Il vostro giornale)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica:

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>