Oroscopo degli animali

Aidaa scruta le stelle e pronostica l'oroscopo di cani e gatti per tutto il 2011. ARIETE: fra i segni più fortunati, cani e gatti dell'Ariete non avranno grossi problemi di salute, per i più anziani, attenzione al freddo. Mesi fortunati Gennaio, Marzo ed Agosto TORO: anno positivo, tante vacanze pet friendly in vista! Qualche problema respiratorio per i gatti e attenzione al mal di pancia per i cani! Mesi fortunati Giugno, Luglio e Agosto GEMELLI: Sono previste adozioni e traslochi per gli animali che vivono nei canili e gattili: qualche difficoltà nell'ambientamento con gli quadrupedi. Mesi fortunati: Nessuno in particolare i cambiamenti sono previsti in Gennaio o Febbraio CANCRO: Influenzati da Saturno, Giove ed Urano anche per Micio e Fido del segno del Cancro sarà un anno di alti e bassi, attenzione all’alimentazione. Mesi fortunati: Giugno e Dicembre LEONE: da gennaio a giugno andrà tutto bene, dopodiché potrebbe verificarsi un trasloco, a causa della separazione con Continua

A Natale, NON regalate un animale

Danilo Mainardi, etologo e docente all'Università Ca' Foscari di Venezia, sostiene che, in vista del Natale, non si dovrebbero regalare animali. Molti cuccioli di animale che vengono donati finiscono per essere abbandonati o uccisi. La cosa migliore sarebbe quella di adottarli qualora ci sia la possibilità di poterli accogliere nella propria famiglia con la convinzione che un animale è un impegno per la vita. Ma le buone intenzioni non bastano. Ecco che Aidaa ha iniziato da ieri la campagna di raccolta di firme per chiedere al governo di impedire che vengano messi in vendita animali nei negozi, durante le feste (fino al 31 gennaio) Per votare clicca qui "Il nostro obbiettivo con questa raccolta di firme natalizie per chiedere il divieto di vendita dei cuccioli di animali nei giorni di Natale è quello di sensibilizzare sia il governo chiedendogli di attuare questa nostra proposta - dice Lorenzo Croce presidente di Aidaa - ma anche di sensibilizzare l'opinione pubblica affinché in Continua

Il caldo è nemico giurato degli animali

La Coldiretti rende noto che "Con il caldo eccezionale di questi ultimi giorni soffrono anche gli animali come le mucche nelle stalle che, stressate dalle alte temperature, producono fino al 15 per cento di latte in meno, rispetto ai circa 30 litri al giorno che vengono munti in periodi normali. (...) Al brusco calo delle produzioni di latte si aggiunge un notevole aumento dei costi per l'aumento dei consumi di acqua ed energia che gli allevatori devono sostenere per sopperire alle necessità di benessere delle mucche colpite dall'afa". (Fonte: Ansa.it)  Anche gli animali domestici soffrono il caldo eccessivo. Ecco alcuni suggerimenti per il vostro cane: non fare passeggiate nelle ore di punta; dotare di scarpette anti-ustione i cani più delicati; assicurarsi che la ciotola dell'acqua sia sempre abbondante; scegliere il cibo umido anziché quello secco; dargli da mangiare una volta al giorno, preferibilmente di sera; non programmare il condizionatore a temperature troppo Continua

Asiago redige un manifesto a favore dell’orso Dino.

Sul sito del turismo del Comune di Asiago, si legge che "L'orso bruno, considerato da una direttiva CEE una specie di interesse prioritario, dalla fine dell'800 era di fatto scomparso dall'Altopiano di Asiago. Oggi, grazie alla straordinaria integrità del nostro ambiente, l'orso è tornato a popolare le nostre montagne. Il messaggio che l'Assessorato al Turismo di Asiago lancia con questa campagna pubblicitaria é quello di invitare i turisti a venire ad Asiago proprio per la ricchezza naturale che presenta il territorio, un ambiente incontaminato, unico nella sua conformazione orografica e paesaggistica che vuole divenire la metà privilegiata per chi intende immergersi nella natura, magari con l'emozione di incontrare l'orso. La presenza dell'orso ad Asiago non é più un fatto isolato bensì una costante di questi ultimi anni. Segno tangibile dell'adeguatezza del nostro ecosistema verso le esigenze dei plantigradi". Se l'orso Dino fosse trasferito in Slovenia, ne andrebbe della Continua

Pasqua, in vacanza con gli amici a quattrozampe.

A pochi giorni dalla Pasqua, Pethotels.it approfitta per lanciare l'appello contro il fenomeno dell'abbandono: "Non lasciarlo solo come un cane!" Anche se si riducono i casi sulle strade, purtroppo aumentano quelli davanti ai canili. Secondo i dati forniti da Aidaa "sono diminuite del 27% le segnalazioni di cani abbandonati sulle strade e autostrade italiane nel periodo compreso tra ottobre 2009 e febbraio 2010 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno". Negli ultimi 5 mesi l'associazione per la difesa di animali e ambiente aveva ricevuto 2.291 segnalazioni di cani abbandonati, un numero inferiore alle 3.162 del periodo precedente. La regione in cui si è verificato il maggior numero di abbandoni è il Lazio con 269 casi, seguita da Campania (242), Sicilia (214), Lombardia (211) e Calabria con 194 casi.   Anche se gli abbandoni di animali in autostrada sono meno frequenti di un tempo, aumenta il numero di cani che vengono  lasciati davanti ai canili. Rispetto al periodo compreso Continua

Diventare chef per cani e gatti

Fornelli e amici a quattrozampe: una tavola piena di allegria e salute! Pethotels.it intervista Lorenzo Croce, presidente Aidaa, l'associazione che organizza i corsi di cucina per cani e gatti. C'è tempo fino al 21 febbraio 2010.  - Spiega il presidente Aidaa - Chiunque fosse interessato a frequentare il corso Chef the Dog & Chef the Cat può inviare la richiesta d'iscrizione on line all'indirizzo mail liceodeglianimali@libero.it segnalando il proprio nome, cognome e indirizzo. Il corso inizierà ufficialmente il 22 febbraio 2010, con la spedizione della prima dispensa. Le lezioni dureranno 8 settimane e prevedono l'invio di materiale informativo sull'alimentazione dei nostri amici pelosi e di alcune ricette. Queste ultime, alla fine del corso saranno ricomposte in un unico ricettario. Il corso è assolutamente grauito e aperto ad un massimo di 100 persone". Aidaa organizza questo corso per la prima volta: "L'idea è nata da un'esigenza diffusa, cioè di non alimentare cani Continua