Boa constrictor cerca casa!

I nostri amici Enpa della sezione di Monza ci hanno inviato questo appello: un rettile di due metri di lunghezza e 11 chili di peso cerca qualcuno che si prenda cura di lui. E' un bellissimo serpente originario del Sudamerica ma nato in cattività, e che non può essere reinserito nel suo habitat naturale. Abbandonato dal proprietario dopo aver ricevuto lo sfratto, il rettile si trova presso la sede operativa dell'ENPA monzese in Via Lecco 164 ormai da un anno. ENPA è contrario all'allevamento, commercio e detenzione di animali esotici che starebbero molto meglio nel loro ambiente naturale. Ma, in questo particolare caso, sta cercando una sistemazione adeguata per il serpente. Chiunque sia esperto e consapevole delle esigenze di questo rettile e che voglia accudirlo al meglio, possibilmente residente in Lombardia, può contattare Elio: info@enpamonza.it | 039-388304 Il boa necessita di una grande teca dove poter vivere, oltre alla possibilità di uscire regolarmente. Cerca casa Continua

CENA DI PRIMAVERA VEGETARIANA DA LECCARSI I BAFFI

L’associazione di volontariato DIAMOCI LA ZAMPA Onlus organizza per lunedì 31 marzo alle 20.30 la cena di Primavera al Ristorante DICOTTEEDICRUDE in Via Tiepolo 14 a Segrate. Un evento a sostegno dei cani abbandonati. Il costo della cena è di Euro 25,00 e il ricavato sarà devoluto al mantenimento dei trovatelli dell’associazione Diamoci la zampa. Sono invitati tutti coloro che desiderano gustare una ricca, sana e nutriente cena vegetariana, tutti gli amici degli animali e tutti coloro che vogliono passare una simpatica serata in allegria discutendo di cani, gatti, furetti e altri pelosetti. Alla serata saranno presenti anche il presidente di Diamoci La Zampa Alba Perrone e il presidente di Gaia Animali & Ambiente Edgar Meyer. Per info e prenotazioni (possibilmente entro sabato 29, mattina): tel. 02.7532990 + 335.7223954 – email: vivianadlz@gmail.com Continua

Slitta il raduno cani simpatia

A causa del diluvio che ha mandato all'aria il 23esimo raduno Cani simpatia, l'associazione Diamoci La Zampa ha deciso di rimandare l'evento a domenica 22 Settembre 2013, al parco Forlanini di Milano ( di fronte all'aeroporto di Linate) con le medesime modalità. In quella data infatti è prevista una bella giornata di sole! Il banchetto delle iscrizioni è attivo a partire dalle ore 11:00 Numerose le coppe e coccarde in palio, tra cui la COPPA DEL NONNO, per il cane più anziano, la coccarda per il GRUPPO PIU' NUMEROSO, la mitica COPPA DEL RE, l'immancabile BEST IN SHOW, il PEST IN SHOW dedicato al più simpatico quattro zampe più vivace e ben altri venti premi. Le iscrizioni già effettuate sono valide per la prossima domenica. Durante la manifestazione potrete conoscere anche CALZINO la mascotte dei cani adottabili a distanza. Nel frattempo ci sono tanti nuovi amici che cercano casa... Continua

Appello dei volontari dei canili: “Non adottate cani per poi abbandonarli”

Savona. La sezioni di Savona e della Val Bormida della Lega nazionale per la difesa del cane lanciano un grido di allarme. "Esprimiamo seria preoccupazione per un dilagante fenomeno che negli ultimi tempi si sta verificando: quasi quotidianamente riceviamo richieste da persone proprietarie di cani che, con le più svariate motivazioni, chiedono di poter lasciare il loro animale in canile" denuncia l'associazione, che poi spiega: "Il problema sta diventando molto serio, in quanto dimostra chiaramente quanta ignoranza ci sia nei confronti degli animali, anche da parte di chi è convinto di amarli". "I cani sono animali sociali, la famiglia in cui crescono è il loro branco e il punto di riferimento. Ritrovarsi all'improvviso rinchiusi in un box, da soli, con pochi minuti al giorno per uscire, è causa di forte stress e grande sofferenza che in alcuni casi sfocia addirittura in malattia" proseguono i volontari della Lega per la difesa del cane che, tra l'altro, sono impegnati anche Continua

Maltrattamento animali: interviene la Lega del Cane

La Lega Nazionale Nazionale per la Difesa del Cane, è intervenuta dopo aver appreso di una esemplare sentenza emessa dal Tribunale di Ventimiglia (Giudice Paolo Luppi).Un allevatore di Olivetta San Michele, già  recidivo in materia di maltrattamento di animali, è stato giudicato colpevole dei reati di: mancanza di rispetto per gli animali e nelle conseguente completa indifferenza al dolore provato dagli stessi, e per aver cagionato la morte di cinque capre (senza la necessità ) e di un agnello, confinandoli all'interno di un recinto sprovvisto di adeguata copertura, esponendoli alle intemperie per giorni e giorni, privandoli di acqua, mantenendoli nella sporcizia dei loro escrementi, omettendo di prestare loro le cure necessarie, dunque, cagionando uno scadimento fisico inverosimile degli animali, che portava alla loro morte. L'uomo è stato interdetto dalle attività  di trasporto, commercio ed allevamento di animali per sei mesi e condannato a sei mesi di reclusione, con la riduzione Continua