5 regole per salvaguardare il benessere del proprio coniglio

Le persone che amano gli animali sono tantissime. Tuttavia non sempre c'è la possibilità di poter accogliere un buon numero di cuccioli a casa propria. Anzi, spesso vivere con un amico a quattro zampe risulta difficoltoso, soprattutto per questioni di spazio. Ecco perché molti appassionati spesso preferiscono i conigli. Con qualche accorgimento non sarà difficile prendersene cura e regalargli un'esistenza tranquilla e serena. Ma quali sono le regole da tenere a mente per allevare un roditore a casa propria? Vediamole insieme. 1- Via la gabbia. Se è vero che i conigli non necessitano di ampi spazi come potrebbe essere per un cane, tuttavia non significa che debbano vivere in una gabbia. Non è nemmeno necessario lasciargli tutta la casa, se proprio non volete che raggiunga alcune stanze. L'importante è che l'animale sia libero di saltellare 24h su 24 e che non corra alcun pericolo nel farlo. Coprite quindi i cavi e riponete in un posto sicuro gli oggetti pericolosi. 2-Granaglie Continua

Petizione a favore dei conigli.

La Federazione italiana diritti degli animali e l’associazione Aae Conigli lanciano una petizione perché il coniglio sia considerato a tutti gli effetti un animale d’affezione, alla stregua di cani e gatti. L’obiettivo è quello di eliminare dai menu dei ristoranti e dai piatti casalinghi il lagomorfo. Vietata anche la vendita della sua pelliccia. Se vuoi sostemere questa causa, visita Firmiamo.it sono state già raccolte oltre 10mila firme in poco tempo.
Il passo successivo dei sostenitori della petizione è quello di incontrare il Ministro della Salute per chiederle di introdurre il divieto di utilizzare pelli e pellicce di coniglio, nell’ordinanza ministeriale del 21 dicembre 2001.

Aidaa promuove il progetto della Banca del Tempo per gli animali.

  www.Pethotels.it il portale che AMA chi AMA gli animali intervista il presidente dell'associazione italiana per la difesa di animali e ambiente, Lorenzo Croce che spiega funzionamento e finalità della Banca del Tempo: "E' uno strumento utile e gratuito che permette a chi possiede un animale domestico (cane, gatto, coniglio, criceto) di ricevere e fornire tempo da dedicare alla cura degli amici a quattro zampe. Per fare un esempio pratico, Chiara lavora tutto il giorno dal lunedì al venerdì e non può portare a spasso il suo cane Fuffi, grazie alla Banca del Tempo può contattare un'altra persona che si rende disponibile due ore al giorno per portare a passeggio Fuffi. Le 10 ore settimanali ricevute gratuitamente da Chiara devono essere restituite sempre sotto forma di tempo. Chiara dovrà quindi prendersi cura di un altro animale (oltre al suo) per 10 ore nel weekend". Chi usufruisce del tempo può sdebitarsi in altra maniera? "No, è contro il principio della Banca del Tempo, che Continua