A Natale, NON regalate un animale

Danilo Mainardi, etologo e docente all'Università Ca' Foscari di Venezia, sostiene che, in vista del Natale, non si dovrebbero regalare animali. Molti cuccioli di animale che vengono donati finiscono per essere abbandonati o uccisi. La cosa migliore sarebbe quella di adottarli qualora ci sia la possibilità di poterli accogliere nella propria famiglia con la convinzione che un animale è un impegno per la vita. Ma le buone intenzioni non bastano. Ecco che Aidaa ha iniziato da ieri la campagna di raccolta di firme per chiedere al governo di impedire che vengano messi in vendita animali nei negozi, durante le feste (fino al 31 gennaio) Per votare clicca qui "Il nostro obbiettivo con questa raccolta di firme natalizie per chiedere il divieto di vendita dei cuccioli di animali nei giorni di Natale è quello di sensibilizzare sia il governo chiedendogli di attuare questa nostra proposta - dice Lorenzo Croce presidente di Aidaa - ma anche di sensibilizzare l'opinione pubblica affinché in Continua

Proteggere gli animali dalle disinfestazioni

Con il caldo arriva la zanzara-tigre e con questa arriva la stagione delle disinfestazioni. Le sostanze inalate dagli animali d'affezione (cani, gatti, criceti, conigli, volatili) hanno effetti dannosi sulla loro salute. La veterinaria dottoressa Federica Bubini Regini, che collabora al progetto Coda Vispa Social Club, il primo social network d’Italia, risponde alle domande relative alla salute dei nostri amici animali, e sostiene che "la nocività dipende dalle sostanze impiegate per la disinfestazione. Bisognerebbe quindi informarsi direttamente da un tecnico addetto a questo procedimento".   Chi possiede una tartaruga di terra in giardino, come può scongiurare che l'animale assuma sostanze velenose anche dopo molti giorni che è stata fatta la disinfestazione? "Evitando di disinfestare un'area che verrà adibita esclusivamente alle tartarughe e tenendola ben recintata". Esistono metodi naturali anti-zanzara tigre che non arrechino lesioni agli animali domestici? "Ci sono Continua

Classifica 2010 degli agriturismi che accettano animali

Buone notizie sul fronte delle vacanze pet friendly: in Italia un agriturismo su 4 è pet friendly. Secondo un'analisi condotta da Toprural le strutture ricettive di tipo rurale che accettano gli amici a quattrozampe aumentano di ben 4,5 % rispetto al 2009. Le regioni più sensibili nei confronti dei turisti che viaggiano con animali a seguito sono la Toscana e la Basilicata. Mentre la prima è ai vertici della classifica italiana per turismo pet friendly, la Basilicata pur essendo fanalino di coda, ha registrato un aumento significativo del 12,5%, segno che qualcosa sta cambiando! Toprural.it ha analizzato oltre 12.500 agriturismi italiani e ha redatto una classifica delle regioni predisposte all'accoglienza turistica degli animali domestici. Rispetto al 2009, resta comunque invariata la classifica delle regioni che dispongono di agriturismi pet-friendly: Toscana e Umbria si riconfermano ai primi posti. Se analizziamo la percentuale di agriturismi pet-friendly interna ad ogni regione, Continua

Pasqua a misura di Pet

La sferzata di maltempo che sta colpendo lo Stivale non impedirà agli Italiani di villeggiare nelle maggiori località turistiche o volare fuori dai confini nazionali, in occasione delle festività pasquali. Se viaggiate con il vostro amico a quattrozampe, consultate le sezioni dedicate agli hotels e alberghi, residence, campeggi e agriturismi su Pethotels. Qui troverete le strutture ricettive pet-friendly dislocate su tutto il territorio nazionale. Qualora abbiate in programma una vacanza senza pet, lasciatelo in buone mani! Pethotels offre un elenco di 'Pensioni per animali' disposti ad accogliere e ospitare il vostro amico peloso per tutto il periodo della vostra assenza. Se avete prenotato un viaggio negli Usa, il vostro pet sarà contentissimo di alloggiare al Paradise Pet Lodge, il primo resort di lusso per animali a Washington. C'è anche il Maryland Shore Pet Resort nel Maryland. In Europa esiste 'Cani Resort' la catena alberghiera a 5 stelle. Le sedi sono a Londra e a Monaco Continua

Cercasi Lapin Sitter

Alcuni membri dell'associazione La Collina dei Conigli si rendono disponibili per un servizio di cura a domicilio di conigli e altri animali nei periodi di assenza dei legittimi proprietari. Ecco l'elenco delle città e delle aree coperte dal servizio di lapin sitter: Assago, Basiglio, Buccinasco, Milano 3, Rozzano (luglio e agosto esclusi) Belluno e limitrofi (Sedico, Mas, Peron, Sospirolo, S. Giustina, S. Gregorio, Trichiana) Cabiate e limitrofi, Meda, Seregno, Desio, Mariano Comense, Lentate sul Seveso Milano (centro e zone fermate metro) Vicenza ovest Torri di Quartesolo Per informazioni scrivete a: infositter@lacollinadeiconigli.net   "La collina dei conigli è una libera associazione senza fini di lucro - raccontano i responsabili - che si occupa del recupero da situazioni critiche di conigli, porcellini d'india, criceti e altri piccoli animali, con lo scopo di offrire loro una vita migliore affidandoli a chi possa garantire alimentazione, cure e spazi adeguati per Continua

E’ tempo di mangiare il cane

Arriva dalla Nuova Zelanda una notizia davvero sconcertante: due architetti specializzati in vita sostenibile alla Victoria University di Wellington hanno pubblicato un libro dal titolo "E' tempo di mangiare il cane. La vera guida alla vita sostenibile". Sembra uno scherzo di Halloween, ma non lo è. Robert e Brenda Vale autori del testo hanno condotto una serie di analisi per cui cani, gatti e altri animali domestici come pesci, criceti e conigli aumentano il tasso d'inquinamento, oltre a portare malattie e a rovinare la fauna. I cani, in particolare, consumano molta energia e contribuiscono all'aumento della produzione di anidride carbonica. Gatti, criceti e pesci non sono da meno. I due ricercatori suggeriscono ai proprietari di animali domestici di modificare la dieta dei loro amici pelosi: meglio gli avanzi che le scatolette di carne. Gli architetti, infatti, hanno calcolato che un cane medio consuma all'anno 164 chili di carne e 95 chili di cereali, cioè 0,84 ettari di terreno necessario Continua