Blocco facebook e corteo antivivisezione

Blocco di Facebook dalle 12 alle 12:30 di sabato 25 settembre per dare supporto a chi manifesta a Roma contro la legge europea sulla vivisezione! Il blocco significa che non si deve né pubblicare testi, foto video, né condividere notizie. E' un altro modo di contestare questa normativa europea che regola la sperimentazione scientifica sugli animali. Grande attesa per questa manifestazione che si svolge in piazza della Repubblica a Roma. Il corteo si riunisce alle ore 15 e contesta la crudeltà della direttiva pro vivisezione. In particolare i punti relativi a: Riutilizzare lo stesso animale in procedure che gli causano dolore, sofferenza e angoscia. Sperimentare anche su cani e gatti randagi. Eseguire toracotomie senza anestesia né analgesici. Costringere animali a isolamento forzato, nuoto forzato o altri esercizi che portano anche alla morte. Gli antivivisezionisti chiedono la chiusura di Green Hill. "Una ricerca che prevede lo sterminio di un milione di esseri viventi nella Continua

Da facebook parte il boicotaggio per salvare l’orso Dino

Su Facebook, il gruppo che difende l'orso Dino, ha lanciato una campagna di boicottaggio del formaggio Asiago. Gli amici dell'orso M5 protestano per la decisione di trasferire l'esemplare in Slovenia, perché è pericoloso per la incolumità dell'animale. In una nota dell'Ansa si legge addirittura che "l'orso Dino ha bisogno di psicanalisi contro l'aggressivita'. Lo propone il sindaco di Gallio, in provincia di Vicenza, per bloccare le sue incursioni. Contrario, il Wwf controbatte che questa tesi non ha alcun fondamento scientifico. Ricordiamo ai nostri lettori che il Wwf sostiene il progetto Orso finalizzato a risanare i frutteti abbandonanti; limitare lo spostamento verso o attraverso zone pericolose per il bracconaggio ma anche per la viabilità stradale; creare dei corridoi faunistici e sentieri per permettere agli orsi di spostarsi senza imbattersi in centri abitati, strade e autostrade. Per conoscere nei dettagli questa iniziativa Pethotels rimanda al sito Progetto Orso.   Continua