Galline libere, la Coop mette al bando la vendita delle uova provenienti da allevamenti intensivi!

Finalmente una bella notizia per tutti i consumatori eticamente corretti! Nell'ambito del benessere animale, Coop Italia ha fatto una scelta giusta: ha bandito dagli scaffali le uova provenienti dagli allevamenti intensivi! Ricordiamo che il 2012 è l'anno dell'apocalisse: verranno finalmente messe al bando le gabbie di batteria, per volontà della Commissione Europea e del Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura dell’UE. Veri e propri lager: negli allevamenti intensivi le condizioni in cui si tengono gli animali sono crudeli e innaturali. In particolare per le galline ovaiole. Guarda il video Già da questo mese, nei supermercati e ipermercati Coop (ben 1440 punti vendita in Italia) sono acquistabili solo uova di galline allevate a terra, all’aperto o biologiche.  Secondo la LAV le uova da allevamento biologico o all'aperto sono più ricche di omega 3, vitamina A, E, D, B12, beta carotene, acido folico e contengono meno colesterolo di quelle da galline in gabbia. Amici vegetariani Continua

Superdogs a Italia in Miniatura

Grande attesa per la prima sfilata regionale di “Superdogs” in programma domenica 30 maggio nel meraviglioso parco di Italia in Miniatura.  Protagonisti gli amici a quattrozampe provenienti da ogni parte dello Stivale.       Manca poco all'elegante sfilata per quattrozampe di razza, per un giorno intero avranno Italia in Miniatura tutta per loro, fra scodinzolii e “bau-bau” di entusiasmo.  Appuntamento domenica 30 maggio il parco ospita “Amici a Quattrozampe a Italia in Miniatura”, la prima esposizione regionale per razze canine mai organizzata dal parco, in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Riminese e con il portale www.pethotels.it Essere un cane con i fiocchi non è un’impresa facile, soprattutto se si tratta di sfidare agguerriti concorrenti a colpi di pelo lustro, di dentatura perfetta, di postura plastica e… di simpatia!   Dalle 10 del mattino sfileranno diverse categorie e raggruppamenti, con tanti premi per i migliori piazzamenti, fino al momento Continua

Allevamenti intensivi, eurodeputati chiamati al voto.

La prima settimana di maggio si vota al Parlemento europeo sulla questione del trattamento degli animali in allevamento. Pethotels, sensibile alle tematiche legate all'ambiente e al mondo animale pubblica l'articolo diffuso da Anmvi Oggi, quotidiano on line dell'associazione nazionale medici veterinari italiani: "Il benessere degli animali non è più una causa di pochi agguerriti animalisti. La catena alimentare, il rischio di pandemie, e il trattamento del bestiame negli allevamenti intensivi sono ormai questioni d'interesse pubblico. Il Parlamento europeo voterà a maggio una relazione, preparata da Marit Paulsen, liberale svedese, sulla "Valutazione del Piano d'azione per il benessere degli animali 2006-2010" . Marit propone anche una legge generale sul trattamento degli animali. In Europa ci sono standard diversi per il trattamento degli animali da allevamento. Questo porta anche a una concorrenza sleale fra paesi UE, perché trattamento meno attento vuol dire costi più bassi Continua

Pasqua, in vacanza con gli amici a quattrozampe.

A pochi giorni dalla Pasqua, Pethotels.it approfitta per lanciare l'appello contro il fenomeno dell'abbandono: "Non lasciarlo solo come un cane!" Anche se si riducono i casi sulle strade, purtroppo aumentano quelli davanti ai canili. Secondo i dati forniti da Aidaa "sono diminuite del 27% le segnalazioni di cani abbandonati sulle strade e autostrade italiane nel periodo compreso tra ottobre 2009 e febbraio 2010 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno". Negli ultimi 5 mesi l'associazione per la difesa di animali e ambiente aveva ricevuto 2.291 segnalazioni di cani abbandonati, un numero inferiore alle 3.162 del periodo precedente. La regione in cui si è verificato il maggior numero di abbandoni è il Lazio con 269 casi, seguita da Campania (242), Sicilia (214), Lombardia (211) e Calabria con 194 casi.   Anche se gli abbandoni di animali in autostrada sono meno frequenti di un tempo, aumenta il numero di cani che vengono  lasciati davanti ai canili. Rispetto al periodo compreso Continua

Pasqua a misura di Pet

La sferzata di maltempo che sta colpendo lo Stivale non impedirà agli Italiani di villeggiare nelle maggiori località turistiche o volare fuori dai confini nazionali, in occasione delle festività pasquali. Se viaggiate con il vostro amico a quattrozampe, consultate le sezioni dedicate agli hotels e alberghi, residence, campeggi e agriturismi su Pethotels. Qui troverete le strutture ricettive pet-friendly dislocate su tutto il territorio nazionale. Qualora abbiate in programma una vacanza senza pet, lasciatelo in buone mani! Pethotels offre un elenco di 'Pensioni per animali' disposti ad accogliere e ospitare il vostro amico peloso per tutto il periodo della vostra assenza. Se avete prenotato un viaggio negli Usa, il vostro pet sarà contentissimo di alloggiare al Paradise Pet Lodge, il primo resort di lusso per animali a Washington. C'è anche il Maryland Shore Pet Resort nel Maryland. In Europa esiste 'Cani Resort' la catena alberghiera a 5 stelle. Le sedi sono a Londra e a Monaco Continua

Rane transgender

I maschi delle rane perdono la propria virilità e una su 10 si trasforma in un esemplare femminile perché nei testicoli si sviluppano cellule uovo. La scoperta è stata pubblicata sulla rivista Nature: lo studio condotto da un gruppo di biologi californiani dell'Università di Berkley sulle rane pipiens punta il dito contro l'atrazina. Si tratta di un erbicida usato come diserbante nei campi di mais, sorgo e canna da zucchero. La maggioranza delle rane che non sono più capaci di riprodursi muoiono, una piccola parte si trasforma in femmina ma dà alla luce solo rane maschi che tra l'altro non possiedono il testosterone. Il risultato è l'estinzione. E' ormai nota l'elevata tossicità dell'atrazina sugli animali, fortunatamente in Italia e in alcuni stati europei è vietato l'utilizzo fin dal 1992. Purtroppo negli Usa si continua a farne un uso massiccio. L'erbicida infatti ha contaminato campi e bacini idrici. Oltre alle rane modifica i processi ormonali di pesci, anfibi, rettili, Continua