Pets, Welcome On Board: il modo migliore per viaggiare in traghetto con il proprio amico a 4 zampe

Desiderereste, magari già in occasione delle prossime vacanze estive, avere la possibilità di viaggiare verso la Sicilia o la Sardegna in compagnia dei vostri amati amici a 4 zampe? Con la compagnia di navigazione genovese creata nel 1992 da Aldo Grimaldi, vale a dire la Grandi Navi Veloci, avrete la possibilità di farlo. Infatti, salendo tra il 1° maggio e il 30 settembre 2016 a bordo di uno dei traghetti GNV diretti verso una delle due isole italiane, tutti i passeggeri potranno portare a bordo i propri animali di compagnia e, oltre a questo, avranno una gradita sorpresa. Grazie all’accordo che Grandi Navi Veloci ha siglato nel 2008 e perfezionato negli ultimi giorni con l’azienda di prodotti per animali Fortesan, sarà possibile infatti usufruire del servizio “Pets, Welcome On Board”: in pratica, i passeggeri con animali avranno diritto ad un kit comprensivo di giochi per cane e gatto, campioni omaggio di crocchette, un buono sconto, e tanto altro ancora. Altri utili Continua

Pet Levrieri trova casa a questi cani eleganti, belli ed invisibili.

Sono creature dalle forme sinuose e slanciate, dal carattere un po' diffidente e distaccato da coloro che non sono i loro proprietari. In giro se ne vedono ogni tanto, a volte viaggiano con la testa alta e fieri della loro bellezza e consapevoli che sono guardati, a volte invece il loro portamento è quello di un essere spaventato, li vedi camminare con la testa bassa rasentare i muri e camminare attaccati al corpo del loro proprietario quasi come se volessero sempre proteggersi da qualcosa che li spaventa e li tiene sempre in allerta... Sono i Levrieri, greyhound e galgo che vengono maltrattati e abusati da persone che hanno solo un pensiero fisso : I SOLDI. I Levrieri sono animali che oltre alla loro bellezza hanno una forza fisica impressionante e una vista eccezionale, per questo in Irlanda e Spagna vengono utilizzati per il racing (corsa su pista) e per il coursing (caccia a vista alla lepre). In questi paesi, questi cani non sono generalmente considerati animali d’affezione, Continua

Non stressate fido!

Secondo una ricerca effettuata dall'associazione Earth, il 40% dei cani domestici risulta essere stressato. Di fronte a questo problema le questioni sono due: come fare a capirlo e perchè succede. Quindi, di conseguenza, come evitarlo. Capire se Fido è stressato non sempre risulta essere un'operazione facile. Bisogna prestare particolare attenzione al suo comportamento e ai suoi atteggiamenti, specie se inusuali o diversi dal solito. Ogni animale reagisce in modo diverso allo stress. Tutto va rapportato al normale comportamento del vostro cane. Alcuni diventano più attivi, altri al contrario hanno bisogno di attezioni. Se fido vi sembra meno interessato a giocare e tende a starvi più vicino, probabilmente è indice che qualcosa non va. Vi sta dicendo che si sente sicuro e tranquillo solo avendovi a stretto contatto. Anche il fatto che abbai più del solito potrebbe essere un segnale, o che inizi a scavare buchi in giardino. Prestate attenzione se risulta essere più aggressivo Continua

Educare cane e proprietario

Abbiamo intervistato Camilla, giovane educatrice cinofila di Let's Dog sul rapporto uomo-cane. Dopo aver conseguito una laurea in filosofia con specializzazione in storia medievale, Camilla originaria di Mantova, ha scelto di seguire questa strada e si raccomanda: 'per fare felice il nostro amico a quattrozampe bastano tre parole: Comunicazione, Conoscenza, Rispetto'! (Foto: Camilla in compagnia del suo cane Lyla) Ha fatto della sua passione una professione, in che misura gli studi di filosofia l'aiutano nella funzione di educatrice cinofila? "Lo studio delle materie umanistiche fornisce sicuramente una discreta apertura e flessibilità mentale: doti necessarie nella relazione con le persone, nel mio caso specifico i proprietari di cani, con le quali è importante instaurare sin da subito un rapporto di fiducia reciproca. Inoltre, dal mio punto di vista, è indispensabile essere capaci di spiegare i diversi concetti (dietro al mio lavoro, oltre alla pratica, c’è anche tanta teoria) Continua

Pasqua, in vacanza con gli amici a quattrozampe.

A pochi giorni dalla Pasqua, Pethotels.it approfitta per lanciare l'appello contro il fenomeno dell'abbandono: "Non lasciarlo solo come un cane!" Anche se si riducono i casi sulle strade, purtroppo aumentano quelli davanti ai canili. Secondo i dati forniti da Aidaa "sono diminuite del 27% le segnalazioni di cani abbandonati sulle strade e autostrade italiane nel periodo compreso tra ottobre 2009 e febbraio 2010 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno". Negli ultimi 5 mesi l'associazione per la difesa di animali e ambiente aveva ricevuto 2.291 segnalazioni di cani abbandonati, un numero inferiore alle 3.162 del periodo precedente. La regione in cui si è verificato il maggior numero di abbandoni è il Lazio con 269 casi, seguita da Campania (242), Sicilia (214), Lombardia (211) e Calabria con 194 casi.   Anche se gli abbandoni di animali in autostrada sono meno frequenti di un tempo, aumenta il numero di cani che vengono  lasciati davanti ai canili. Rispetto al periodo compreso Continua