Settimana Vegetariana Mondiale, 1°-7 ottobre 2011

La settimana vegetariana mondiale si festeggia dal 1° al 7 ottobre. Per l'occasione, gruppi vegetariani, associazioni vegan, animalisti e ambientalisti scenderanno nelle piazze d'Italia a diffondere materiale informativo per spiegare alla gente che l'alimentazione priva di carne animale pesce, latte e uova fa bene alla salute dell'uomo, all'ambiente e agli animali! "E' stata scelta questa data perché la settimana dall'1 al 7 include varie ricorrenze associate alla scelta vegetariana" ha dichiarato l'organizzatore, Mateus Mendes, "tra cui la Giornata Vegetariana Mondiale il primo ottobre, la Giornata Internazionale per gli Animali d'Allevamento e la Giornata della Non-Violenza il 2 ottobre, e la Giornata Internazionale per gli Animali il 4 ottobre, coincidente con il giorno di San Francesco". (Fonte: Sanitaliaweb.it) Ecco alcuni eventi organizzati in città italiane durante la settimana vegetariana: Alessandria - 1 ottobre, ore 10-20, sotto i portici di Corso Roma ang. Piazza Garibaldi, Continua

Un tuffo a mare

Per quanto riguarda la questione degli animali on the beach, finalmente è stato redatto un documento (ordinanza) da parte del Comitato per la creazione di un'Italia animal friendly in collaborazione con l'Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani) che prevede regole precise sul comportamento dei proprietari di animali d'affezione che conducono sulla spiaggia i propri amici a quattrozampe. Ma prevede anche la possibilità per i cani di poter fare un refrigerante bagno a mare!    Oltre ai 'doveri' anche un riconoscimento importante: i Comuni che vorranno dedicare una parte degli arenili agli animali, potranno ottenere il riconoscimento di 'amministrazioni a 5 stelle". "Un’Italia che rappresenta davvero una punta di eccellenza sia sotto il profilo culturale che per la sua offerta turistica – ha dichiarato il ministro Michela Brambilla – non può prevedere divieti e limitazioni alla circolazione degli animali, soprattutto nelle aree più frequentate del territorio”. Continua

Bambi, baby-boa e cuccioli di lemure, piccoli animali crescono

Enpa sezione di Savona lancia un appello: non toccate i caprioli e non prelevateli dal proprio habitat per consegnarli alle strutture di soccorso e ricovero della fauna selvatica. Cronaca di una morte annunciata: la madre, una volta terminato il pascolo, raggiunge il proprio cucciolo e non riconoscerà più l'odore di quest'ultimo in quanto contaminato dall'uomo. Il risultato? L'abbandono. Senza madre, il capriolo non potrà apprendere le tecniche di sopravvivenza e sarà destinato a morire. Lo stesso dicasi per gli episodi in cui gli uomini prelevano il cucciolo di capriolo, pensando erronamente che sia abbandonato, e lo conducano ai rifugi faunistici. Chi passeggia per i boschi e dovesse incontrare cuccioli di capriolo, è opportuno che si limiti ad osservarli a debita distanza. L'appello vale anche per i piccoli di lepre, cornacchia, merlo e di gabbiano sulle spiagge. A proposito di cuccioli, sono venuti al mondo 20 baby boa costrictor a Jesolo. Nel reptilarium di Jesolo il parto Continua

Guerra all’allevamento intensivo

Pethotels ama gli animali, tutti. E si schiera dalla parte di ambiente e fauna. Contro sevizie, maltrattamenti e abbandoni. Contro lo sfruttamento degli animali negli allevamenti intensivi. Pethotels diffonde l'iniziativa della LAV che si svolge in 350 piazze italiane sabato 13 e domenica 14 marzo 2010 a difesa di 40 milioni di galline ovaiole. Un numero su cui riflettere e non solo. Si può giustamente sensibilizzare il comportamento d'acquisto del consumatore consapevole attraverso un'informazione completa, senza interessi economici. La Lav rende noto che "in Italia il 90% delle galline allevate vivono ancora nelle strette gabbie di batteria grandi meno di un foglio di carta. Gli animali non hanno alcuna possibilità di muoversi, sottoposti a una vita innaturale per produrre gran parte di quei 12,9 miliardi di uova (12.952.000 nel 2008, fonte U.N.A.) consumate dalle famiglie italiane in un anno (nel 2008 il consumo medio per abitante è stato di 224 uova, contro 219 del 2006)". Questa Continua

Cani e gatti per mantenersi in forma!

Accudire cani e gatti mantiene in salute i proprietari: aspetti positivi sia per quanto riguarda il benessere fisico, la sfera psico-affettiva (Pet Teharpy) e, infine, le relazioni sociali. Prendersi cura amorevolmente di cani e gatti fa bene. E' quanto emerge dallo studio condotto da un gruppo di Americani secondo cui chi ha un cane passeggia in media 300 minuti a settimana rispetto ai 168 minuti di chi non possiede un animale da compagnia. Cani, gatti, conigli, pesci rossi e altri animali domestici rivestono sempre più importanza nei ruoli familiari, soprattutto laddove ci sono anziani, bambini e single. Il processo di umanizzazione dell'animale si manifesta in più ambiti: dal trasporto (treni, aerei) all'abbigliamento e agli accessori di lusso; dalla diffusione di cimiteri per animali alla formalizzazione di professioni come l'avvocato per animali che interviene in caso di maltrattamento; dalle strutture ricettive alle spiagge per animali. E, proprio in questi giorni, si è diffusa Continua

Riviera romagnola, spiagge pet friendly a rischio

Quali sono le misure da adottare per l'accesso dei cani? Sulla delicata questione si è svolta qualche giorno fa la riunione fra i  rappresentanti dell'associazione animalista onlus Cani d'amare, Carlo Locatelli referente ENPA per la regione Emilia Romagna, Guido Pasi assessore regionale al turismo, Valter Verlicchi e Luciano Giuffrida del servizio turismo e qualità aree turistiche. Il risultato? "Negativo - spiega il presidente di Cani d'Amare - se la Regione conferma l'adozione dell'ordinanza emessa nel 2009 sarà un fallimento. Un passo indietro nel processo di normalizzazione del fenomeno turistico (oltre quello civile) che purtroppo vede un numero crescente di turisti disertare le nostre spiagge perché non consentono l'accesso agli animali. O se anche lo permettono, prevedono un numero limitato di posti". A favore della battaglia condotta da Cani d'Amare si schierano le principali associazioni animaliste italiane come Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Aidaa, Dogwelcome, Enpa. Continua